Effetto zooming: tutto ciò che devi sapere

0

L’effetto zoom è fondamentale in fotografia per realizzare immagini che possano arrivare anche ad apparire dinamiche, creando un particolare senso di spostamento, che si ottiene quando il soggetto dello scatto sembra avvicinarsi e allontanarsi velocemente dall’obiettivo. Ci concentreremo quindi sulla tecnica zooming la quale permetterà ad ogni fotografo di giocare con il senso del movimento anche mentre il nostro soggetto si trova immobile di fronte a noi. La tecnica zooming è un procedimento che chiama in causa il diverso utilizzo delle ottiche e dello zoom stesso della macchina, al fine di ottenere un movimento deciso pur avendo totale stabilità del soggetto. In questo caso sarà bene tenere quest’ultimo sempre a fuoco e al centro dell’inquadratura, poiché il tuo lavoro sarà quello di giocare con lo sfondo e quindi l’ambiente che lo circonda.

zooming

Questa è una tecnica molto semplice da mettere in pratica: ti servirà solo prendere la tua reflex e usare un obiettivo zoom; prevede una serie di passaggi importanti per eseguire il procedimento al meglio, garantendoti una buona riuscita. Per iniziare subito a lavorare al meglio e testare così questa tecnica dovrai assolutamente procurarti un treppiede, così da assicurare la stabilità alla reflex, un obiettivo zoom con l’anello per regolare il tutto manualmente e soprattutto un soggetto “giusto” così da poter sempre bilanciare il rapporto che lega la velocità di regolazione dello zoom con la velocità dell’otturatore. Tale rapporto di potrà garantire un movimento uniforme. Sarà necessario impostare un tempo di posa più o meno lungo, cercando massima nitidezza verso il soggetto che vorrai porre al centro della tua inquadratura; tale scelta è legata al fatto che ogni lente tende a zommare proprio verso il centro e la posizione quindi avrà un peso davvero esponenziale nella buona riuscita dello scatto.

Dovrai bloccare manualmente l’esposizione (qualora non fosse previsto il pulsante apposito) e partire tenendo lo zoom al minimo (ovvero puntando su una lunghezza focale minima): ricorda che dovrai calcolare di poter avere un tempo di posa lungo al fine di portare lo zoom da un punto “x” fino al suo massimo opposto. Mentre scatti dovrai quindi ruotate lo zoom portandolo dal minimo al massimo, cercando di non andare a imporre pressione sulla macchina per non creare movimenti che potrebbero distorcere l’effetto con un mosso fastidioso e non localizzato come invece vogliamo ottenere noi.
Ti consigliamo per questo di non fermarti a una sola foto, ma è sempre meglio realizzare più scatti perché non sarà mai immediata la buona riuscita dell’immagine.

zooming 2

Cerca di prestare attenzione a un aspetto importante: se la lunghezza focale ha un intervallo troppo breve non avrai mai il tempo per portare a tempo il passaggio da X a Y con il tuo obiettivo zoom; corri il rischio di avviare uno zooming che finirà troppo presto e quindi avrà un effetto scarsamente visibile. Parallelamente però se lo zoom è eccessivo si avrà un risultato esagerato: è quindi bene effettuare diversi esperimenti e divertirsi a conoscere e scoprire al massimo quali siano le varie opzioni e le caratteristiche della tua reflex, fino a diventare un vero esperto di questa tecnica, padroneggiandola con estrema abilità.

Share.

I commenti sono chiusi