Accessori fotografici: i treppiedi

0

Quando parliamo di macchine fotografiche non possiamo però dimenticare l’importanza che hanno, in fotografia, alcuni accessori che ti permettono sempre di arricchire la tua esperienza. Ci concentriamo in modo particolare sul cavalletto fotografico, o treppiedi, che possiamo considerare come un alleato indispensabile per un fotografo che voglia continuare questa abilità massimizzando le sue aspettative e l’impegno.

In mancanza di tale accessorio non potremmo mai sentirci davvero completi: il suo utilizzo è necessario per molte tipologie di fotografia, tra cui citiamo per esempio la paesaggistica, l’architettonica, la macrofotografia e lo still life.

treppiede

Ogni cavalletto si compone di tre gambe, una base centrale verso la quale convergono le gambe, dove andremo a montare la fotocamera,una staffa centrale estensibile che ci serve per aumentare l’altezza totale del cavalletto. In alcuni modelli troverai la testa fotografica integrata, ma noi ti consigliamo di preferirla separata dal corpo del treppiedi, anche se questo potrebbe aumentare leggermente il costo di questo accessorio. Ma come si fa a scegliere il cavalletto più idoneo alle tue esigenze? Per una scelta corretta dovrai sempre tenere presente delle caratteristiche che differenziano dagli altri modelli, senza dimenticare di dare ampio spazio a due aspetti centrali, la portabilità e il suo utilizzo.

Immaginiamo di puntare su un cavalletto molto alto: in questo caso non dovrai mai piegarti, potrai puntare sulle dimensioni importanti e sulla comodità che sanno assicurarti; in questo caso però saprai di aver scelto un oggetto che sarà sicuramente pesante e anche ingombrante. E se volessi portarlo con te spesso, non sarà così piacevole e facile. Per questo è sempre opportuno scegliere con una certa attenzione, senza puntare a un particolare modello o ad una particolare marca solo per il prestigio che viene ad essa riconosciuto. Cerca sempre di valutare in modo adeguato il suo peso e le sue dimensioni non solo in luoghi aperti ma anche al chiuso, poiché in questo caso è presto detto che sarà un treppiedi più piccolo ad avere la meglio nell’assecondare le tue esigenze.

Per avere un buon cavalletto che sia trasportabile dovrai sempre restare attorno alle dimensioni di 40-50cm: se vai oltre tale valore diventerà difficile portarlo con te. Quando invece il cavalletto è aperto è sempre consigliabile che riesca a raggiungere l’altezza del tuo occhio, quindi dovrà essere proporzionato.
Per scegliere un buon cavalletto quindi dovrai sempre ricordarti di una serie di dettagli fondamentali:

  • Dimensione e peso;
  • Stabilità;
  • Portata.

 

treppiede 2

La stabilità è sicuramente una prerogativa basilare senza la quale non si può pensare di acquistare un treppiedi. Viene sicuramente influenzata da i due aspetti che abbiamo citato in precedenza, poiché tende ad aumentare con un peso maggiore, e tende a ridursi davanti a modelli che sono estremamente alti.

 

E’ strettamente legata a quella che è la portata di questo accessorio fotografico, in modo da capire fino a quanto possa reggere a livello di peso. Devi sempre scegliere un cavalletto che sia in grado di rapportarsi al meglio con il tipo di attrezzatura che hai già in tuo possesso. Se la portata massima viene raggiunta spesso, è ovvio che il cavalletto finirà per perdere stabilità; cerca quindi di orientarti sempre e solo su quei modelli che abbiano una portata maggiore rispetto al peso effettivo dell’attrezzatura.

Prima di acquistare un cavalletto cerca di fare un’attenta analisi di quello che ti serve e tieni sempre conto di certi valori:

  • il peso della macchina fotografica;
  • il peso dell’obiettivo più pesante che tu abbia acquistato;
  • il peso di eventuali supporti per il flash;
  • il peso di eventuali illuminatori;
  • il peso della testa fotografica che dovrai abbinare al cavalletto.
Share.

Comments are closed.