Il flash e le luci drammatiche

0

Chi l’ha detto che il flash deve essere utilizzato sempre e solo in modo naturale? Esistono occasioni in cui la sua luce riesca a forzare così tanto l’illuminazione naturale di una scena da rendere lo scatto estremamente drammatico e accattivante. In questo articolo scopriremo quindi come controllare questo tipo di tecnica creativa in modo da renderla parte integrante delle nostre fotografie, ricordando che le luci drammatiche hanno un forte impatto emotivo.

luci drammatiche

Se impariamo ad affidarci al flash, potremo sicuramente ottenere un tipo di sensazione diversa o un’illuminazione che non potevamo trovare presente nella scena originaria: si può giocare con una luce diretta sul volto di un soggetto, oppure creando un tipo di riflesso che riesca a dare qualcosa in più allo scatto, senza concentrare direttamente l’attenzione sul flash stesso. Non si vuole solitamente enfatizzare la luce ma cercare di ottenere un tipo di atmosfera naturale, rendendo cupa la nostra scena; il più delle volte si opera andando a sottoesporre i soggetti in modo da poter ottenere anche una maggiore profondità, con il flash che serve per catturare l’attenzione dello spettatore verso il soggetto.

Come funzionano le luci drammatiche?

Se si sottoespone una scena di 2 o 3 stop è automatico ottenere immagini che abbiano delle caratteristiche marcate e molto più drammatiche per colori e atmosfere. La foto in questo modo otterrà un alto pathos che potrà apparire positivo o negativo a seconda dell’umore e delle sensazioni provate in un dato momento dall’osservatore. La particolarità di queste luci drammatiche è la possibilità di ottenere delle ombre che siano taglienti, giocando con il contrasto senza perdere la nitidezza e i giusti dettagli che ti permetteranno di descrivere al meglio la tua scena.

E’ sempre fondamentale quindi illuminare dove necessario e soprattutto portare al minimo la luce ambientale così da massimizzare il tocco drammatico: vi sono infatti delle occasioni in cui potrai tentare di toccare i 4 stop, sempre per rispettare il tuo intento primario, ovvero quello di avere un contrasto forte e una luce che sia decisa, d’impatto. Per ottenere tutto questo potrai divertirti a sperimentare il più possibile, affidandoti a un piccolo modifier e ricordandoti di tenere sempre la luce ambientale in estrema sottoesposizione.

In molte occasioni noterai che potresti scattare foto senza affidarti al flash, ma tu ricordati sempre di osare, perché l’effetto finale non sarà mai così potente senza questo tipo di inserimento deciso; ricorda che non esiste un modo giusto o errato di usare un flash, nessuno verrà mai a insegnarci questo, ma esiste il modo corretto di usarlo in base alle tue esigenze.

Hai questo accessorio fotografico, conosci la sua potenza, e allora sfruttalo al meglio!

Share.

I commenti sono chiusi